Sandro Porcu

Tel. 3492271863

Abbamama e Sinnos: www.abbamama.it

Veterinario Omeopatico

Antropologo che studia le relazioni tra uomo e animale, tra branco e uomo

Zooantropologo responsabile dell percorso educativo uomo-bambino-animale

veterinario omeopatico

veterinario omeopata

Pet Therapy e Zooantopologia presso Abbamama

La zooantropologia è una scienza recente che si occupa della relazione fra uomo e animale.

Si tratta di una pratica interdisciplinare che connette fra loro temi propri dell’antropologia, zoologia, etologia, psicologia, medicina umana e veterinaria. La zooantropologica è un caso speciale delle relazioni fra organismi di diversa specie, la simbiosi. I comportamenti sociali sono invece l’insieme delle interazioni fra individui della stessa specie; entrambe le relazioni (intraspecifiche e interspecifiche) sono parte dell’oggetto di studio della scienza del comportamento, l’etologia.

Esempi dei campi di studio:

I legami affettivi (emozioni) o relazionali fra uomini e animali; le percezioni e le credenze dell’uomo nei confronti degli altri animali; l’impatto di alcuni animali sulle comunità umane; le variazioni di tali relazioni nelle varie culture e nel corso del tempo; lo studio del processo di domesticazione e della sua storia.

L’animale è un “luogo soglia” che motiva irresistibilmente il bambino/persona ad interrompere l’autoreferenzialità della sua condizione e ad accettare volentieri il rischio della dialettica, del fuori di sé e a mettersi in “gioco” sotto diversi profili.

L’animale, inteso come il diverso da noi è fonte di ricchezza, curiosità, stimolo e creatività. In grado quindi di motivare il bambino (la persona) al raggiungimento di nuove capacità comunicative e di movimento, a rafforzare competenze e saperi in ambito emozionale, sociali e in generale a promuovere e instaurare un senso di benessere generale.

 

Ora io sono un ospite celeste
nel tuo paese.
Ho visto l’insonnia del bosco
e dei campi il sonno.

Da qualche parte nella notte
gli zoccoli
strappano l’erba.
Pesante è il sospiro di una mucca
nella stalla assonnata.

Io ti dirò con tutta
la tenerezza e la malinconia
dell’oca guardiana
e delle oche che dormono.

Le mani affogate nel pelo del cane,
il cane canuto,
Poi, verso le sei,
l’alba è arrivata.

 

La poetessa russa Marina Cvetaeva (1892-1941)

Sull'autore

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato